Virtual Acoustic Modelling

Categorie: Audio
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: 12 February 2015

Con il termine “Virtual Acoustic Modelling” si intende la ricostruzione computerizzata dell’acustica di un ambiente. In pratica si realizza un modello acustico di un ambiente mediante il quale è possibile elaborare dei suoni e ascoltarli con la riverberazione e la risposta in frequenza di quell’ambiente.

Se l’ambiente è esistente e accessibile, la cosa è relativamente semplice perché è possibile rilevare la risposta all’impulso di quel luogo. Poi si esegue una convoluzione fra un qualsiasi suono privo di riverberazione (tipicamente registrato in camera anecoica) e la risposta all’impulso per immergere il suono in quell’ambiente (per una spiegazione più dettagliata, vedi Graziani, Riverbero mediante Convoluzione).

St_Marys_Abbey_Church_YorkLa difficoltà nasce quando l’ambiente in esame non è più accessibile, per esempio è stato distrutto o è cambiato radicalmente nel corso degli anni, come nel caso dell’Abbazia di St. Mary a York, della quale rimangono solo rovine (immagine ingrandibile a lato). In questo caso è necessario stimare la risposta all’impulso dell’edificio originale, prendendo in considerazione la sua architettura in termini di volumi e materiali, servendosi di un software di simulazione per calcolare le riflessioni e l’assorbimento a varie frequenze.

Questo progetto viene portato avanti da un team dell’Università di York. In questa pagina  e in quelle seguenti il progetto viene descritto in dettaglio, con la possibilità di ascoltare le risposte all’impulso generate dalla ricostruzione virtuale dell’edificio, nonché di caricare un suono per poi ascoltarlo con la riverberazione e la risposta in frequenza dell’Abbazia ormai distrutta. La ricerca è parte del progetto OpenAir di cui parleremo in un prossimo post.

Nella figura qui sotto potete vedere la risposta all’impulso e caricare un vostro suono in formato wav (no mp3) di dimensioni non superiori a 5 Mb. Riceverete in cambio un mp3 in cui il suono è stato immerso nell’Abbazia (virtuale) di St. Mary.

Lascia un Commento

Benvenuto , oggi è Monday, 20 November 2017