OnClassical

Categories: Classica
Tags:
Comments: 5 Comments
Published on: 6 November 2007


Online Classical Music in Quality Audio files

Ecco una netlabel dedicata alla musica classica e per di più, fa piacere dirlo, si tratta di una iniziativa italiana.

OnClassical vende musica via internet secondo il modello già collaudato da Magnatune: esiste un prezzo consigliato, molto contenuto (tipicamente € 6), ma l’acquirente ha la facoltà di offrire di più o di meno in base alla propria valutazione.

Come nel caso di Magnatune, è importante far notare che, all’atto dell’acquisto, la musica non è distribuita in MP3, la cui qualità, nel caso della musica classica, è sempre discutibile, bensì nell’originale, non compresso e non protetto, formato WAV.
Come ormai è d’uso, per ogni CD esiste una funzione di pre-ascolto, questa sì, in MP3.

Augurando a OnClassical il successo che merita, per ora ci ascoltiamo la Polacca in Lab maj, op. 53 eseguita da Gianluca Luisi. Per la seconda volta, Chopin risuona su questo blog, di solito dedicato alla contemporanea e al ’900 storico.
_____________________________________________

OnClassical is a small independent label for classical music which produces its own recordings without profit-sharing with intermediaries and/or authors’ societies.
Artists are international first-prize winning artists.
The files OnClassical sell are perfect CD quality (44.1 kHz * 16bit not-protected WAV files).

5 Comments
  1. bobregular says:

    non trovi che sarebbe più logico e “compliant” distribuire il cd in formato lossless? FLAC o Monkey’s Audio permettono di accorciare il download del 60%, non comportano (confortami tu) perdita di informazioni, e sono reversibili in wav nel caso tu volessi utilizzare tale formato.
    Farò questa domanda anche agli ideatori del progetto, per vedere che ne pensano.

    Ciao da bob

  2. bobregular says:

    *dimenticavo : ultimo ma non meno importante, si tratta di formati open source.

    bob

  3. Mauro says:

    Non ho acquistato quindi non ho visto il download, ma confido che lo facciano.
    D’altra parte hanno preso il modello di Magnatune pari pari, perfino nella vocina alla fine del preascolto e in Magnatune puoi scaricare in 4/5 formati fra cui mp3, wav, flac.

  4. @les says:

    Salve!

    Sono Alessandro Simonetto il fondatore e principale tecnico del suono di onclassical.com.

    Vi ringrazio del post: mi fa moltissimo piacere vedere che si discuta di onclassical.com e, sperando di far cosa gradita, vorrei precisare un paio di cose: [1] premesso che non ho ancora avuto modo di testare bene il formato FLAC, con la nuova versione di OnClassical (attiva solo da luglio 2007) ho voluto in primis evitare equivoci dovuti alla ri/conversione dei formati MP3/OGG a files CD (WAV, AIFF). Chiamo impropriamente “equivoci” ciò che anche i migliori software di decoding ancora non sono in grado di effettuare (e credo bene!): cioè di restituire un file decompresso laddove prima era compresso (si legga forse meglio da http://onclassical.com/texts/what-s_new.htm). Alla fine ho optato per offrire il solo file WAV, se non altro perché questo costituisce l’esatto file che io produco come tecnico del suono. Credo che poi ognuno sia in grado di realizzare ogni encoding possibile a partire dal .wav.

    [2] Magnatune è per me una realtà web molto importante non tanto perché mi abbia dato l’idea di fondare onclassical.com, che tanto era già nata prima (fin dal 2002 sotto il nome di onfugues.com come raccolta di mp3 di musica classica con musicisti quali Marco Tezza, Gianluca Luisi… peraltro ancora presenti nell’attuale versione), quanto per continuare nell’impresa. Infatti non solo grazie a John, ma anche alle spinte di molti che hanno creduto nel progetto – non per ultima Flavia Marzano, che mi ha invitato al QuiFree / Festival della Creatività, associando onclassical.com a realtà italiane ben più note (per dire niente) come Wikipedia.it, Liber Liber, ArcoIris (solo per citarne alcune) – che il progetto è andato avanti e sta avendo sempre maggiori consensi (da 700 citazioni su google di giugno 2007 a oltre 50.000 attuali senza contare l’interesse di parte della stampa/radio con mio grande stupore).

    Sicuramente da magnatune abbiamo preso non pochi spunti e insegnamenti da voi ben ravvisati. Ma direi prima di tutto la vogli di tentare. Infatti nel prossimo futuro avrò intenzione di cambiare qualcosa, come il fatto del prezzo variabile, che a dire il vero non ha molto attinenza con il mio modo di pensare.

    In sostanza credo si tratti [A] della prima etichetta online che offra registrazioni di [dichiarata] alta qualità, [B] della prima ad offrire proprie produzioni (intendo che progettiamo, realizziamo, produciamo e vendiamo/distribuiamo registrazioni quando altri non compiono tutte le fasi del processo musicale ma solo accettano delle proposte che vengono dall’esterno), e [C] del primo progetto di musica classica interamente scaricabile da internet nel formato originale.

    È certo che si tratta anche di una piccola, forse piccolissima, realtà che conta per ora solo pochi titoli (ne sono stati tolti via via con le nuove versioni del sito). Ci vogliono mesi per produrre una registrazione e pure molti soldi. Presto arriveranno nuove registrazioni e nuovi artisti. Tutto sarà all’insegna della produzione da bottega artigiana quindi nulla a che vedere con grandi quantità di album. Ma ogni registrazione avrà in sè tutta la passione e la convinzione di cui siamo capaci e senza la quale onclassical.com non sarebbe in rete da ormai diverso tempo.

    Ancora grazie per il supporto. E’ anche grazie a questi post che onclassical.com prende motivazione.

    Faremo in modo, tempo e soldi permettendo, di implementare sempre e al meglio il sito e le sue offerte.

    Best,

    @les

  5. ClassicaViva says:

    Ciao a tutti!

    Intervengo nel dibattito e mi presento: sono Ines Angelino, fondatore e Direttore Editoriale di ClassicaViva, un’altra casa discografica italiana, nata nel 2004, che opera esclusivamente su Internet.

    Conoscevo già – ed apporezzavo – ovviamente – ON Classical, con la quale abbiamo in comune molte cose, prima di tutto la passione per la musica classica ed il coraggio di affrontare un mercato difficilissimo armati soltanto di tanta professionalità e amore per la grande musica e i giovani musicisti.

    Anche noi, come bene ha scritto Alessandro Simonetto, siamo una “etichetta online che offre registrazioni di [dichiarata] alta qualità, la prima (o la seconda? forse abbiamo cominciato insieme…. telepatia! ma che importanza ha? Più siamo e meglio è, no?) ad offrire proprie produzioni (intendo che progettiamo, realizziamo, produciamo e vendiamo/distribuiamo registrazioni quando altri non compiono tutte le fasi del processo musicale ma solo accettano delle proposte che vengono dall’esterno)… “.

    La differenza sta nel fatto che noi di ClassicaViva offriamo soltanto download in formato MP3, una traccia alla volta, a prezzi bassissimi (in genere 50 centesimi a traccia) e, con la nostra musica, siamo da poco presenti anche su ITunes. Ma anche noi vendiamo i CD direttamente da Internet, a prezzi davvero stracciati rispetto alla qualità…

    Credo le etichette come le nostre siano importanti nel panorama della musica italiana e che dobbiamo collaborare, sopratutto nello scambiarci pareri tecnologici, con l’obiettivo comune di far vivere la grande musica e i musicisti (i nostri giovani meravigliosi musicisti italiani, sì…), e far conoscere all’estero i nostri artisti.

    I miei complimenti per questo blog: lo linkerò dal nostro nuovisismo blog, aperto … ieri sera…! al quale vi invito: http://lnx.classicaviva.com/wp

    Il portale dei nostri siti è http://www.classicaviva.com

    Mi piacerebbe che il padrone di casa visitasse i nostri siti e ci dicesse cosa ne pensa: noi, oltre a produrre musica nella nostra sala di incisione, organizziamo anche concerti, pubblichiamo una rivista on line, pubblichiamo anche e-books… insomma, un sacco di roba.

    Il parere di persone come voi è importantissimo ed è per questo che ho deciso di mettere il naso fuori dal mio computer e di visitare la blogosfera… e ho scoperto questo bellissimo blog!

    Complimenti, davvero, mi sento meno sola

    Hasta la musica siempre!
    Ines

Welcome , today is Thursday, 18 July 2019