Barry Truax

Categories: Elettroacustica
Comments: 4 Comments
Published on: 15 November 2007

Truax ca. 1949La prima volta che incontrai Barry Truax (nella foto a 2/3 anni), al CSC di Padova alla fine degli anni ’70, io ero uno studente e lui era già un guru della computer music che aveva al suo attivo il POD (un software per la composizione assistita da computer) e una convincente sistematizzazione compositiva della modulazione di frequenza e alcuni brani che la sfruttavano, come Sonic Landscape e Androginy.

Già allora Truax utilizzava il concetto di “paesaggio sonoro”, mutuato dal World Soundscape Project, di cui aveva fatto parte nel 1973. Più tardi sarebbe stato uno dei pionieri della sintesi granulare.

I lavori di Barry che preferisco sono le composizioni elettroacustiche in cui dà prova di grande maestria nella elaborazione del suono, come “Basilica“, interamente basato sulle sonorità delle tre campane della cattedrale di Quebec City (Truax è canadese, vive e lavora a Vancouver) o “Temple“, elaborazione di campioni vocali registrati nella riverberante cattedrale di San Bartolomeo, a Busetto (Italia) o ancora “Steam“, dedicato alla grande varietà di fischietti e corni da nebbia che popolano il paesaggio sonoro del Canada. Nello stesso modo mi piacciono i suoi brani di sintesi, come “Arras“, ispirato agli arazzi dell’omonima città francese. (estratti audio sotto la parte in inglese)
_________________________________________

Truax from Wikipedia

Barry Truax (born 1947) is a Canadian composer who specializes in real-time implementations of granular synthesis, often of sampled sounds, and soundscapes. He developed the first ever implementation of real-time granular synthesis, in 1986, the first to use a sample as the source of a granular composition in 1987′s Wings of Nike, and was the first composer to explore the range between synchronic and asynchronic granular synthesis in 1986′s Riverrun. The real-time technique suites or emphasizes auditory streams, which, along with soundscapes, inform his aesthetic.
Truax teaches both electroacoustic music and computer music and acoustic communication at Simon Fraser University. He was one of the original members of the World Soundscape Project. His students include John Oswald.
_________________________________________

Barry Truax works excerpts (from the author’s site where you can listen to many other sound examples)

  • Basilica (1992) for two or eight digital soundtracks
  • Temple (opening) (2002) for eight digital soundtracks
  • Steam (2001) for alto flute and two digital soundtracks (Chenoa Anderson, alto flute)
  • Arras (1980) for four computer-synthesized soundtracks
4 Comments
  1. fabio says:

    …belle le composizioni che citi…
    Truax è un mito…
    a me piacciono molto anche quelle contenute nel cd Digital Soundscapes…come The Blind Man o Solar Ellipse…
    che fortuna ad incontrarlo in quel periodo…

  2. Francesco says:

    Ciao Mauro
    Mi chiamo Francesco e sono uno studente al secondo anno di musica elettronica al conservatorio di Bologna.
    Siccome devo dare un esame a breve e dovrei analizzare Solar Ellipse di Truax..volevo sapere se avevi del materiale sul quale basarmi per fare l’analisi.
    Ti ringrazio anticipatamente

    Francesco

  3. valentino says:

    Ciao a tutti,volevo sapere se c è un modo su internet o un posto dove poter ascoltare Barry Traux.Non riesco a trovarlo…grazie

  4. Mauro says:

    come ho scritto nel testo, subito sopra gli estratti, altri esempi sono sul suo sito

Welcome , today is Saturday, 15 June 2019