Google Chrome

Categories: Web
Tags: No Tags
Comments: 6 Comments
Published on: 4 September 2008

La guerra dei browser sembrava placata, ma ora Google lancia il proprio browser open source e lo chiama Chrome. Per ora solo per windoze. Mac & Linux on the way.

google chrome

6 Comments
  1. Corrado Fiore says:

    Così, a caldo, mi viene in mente che…

    1. Hanno scelto, non a caso, il miglior motore di rendering in circolazione (Webkit). Strepitosamente veloce, ricco di effetti grafici stile CSS3. Quindi si può usare da subito come strumento di lavoro, non è una beta.

    2. Per Google, qualunque somma ci abbiano speso, è un doppio affare: risparmieranno una quota delle royalties che passano a Mozilla ed Apple per essere il motore di ricerca predefinito (parliamo di milioni di dollari) e avranno una quota di utenti “in casa”.

    3. Microsoft ne esce piuttosto male: dopo aver dormito alla grande ed essersi inimicata la gran parte degli sviluppatori (perché di fatto ha impedito o come minimo rallentato l’evoluzione del web), è stata battuat sul tempo e sul prodotto (sta uscendo con una BETA di IE8, accolta con un generale “embè?”, un po’ come Windows Vista).

    4. Gli utenti ne escono bene, hanno una scelta in più ed è un’ottima scelta.

    5. Gli sviluppatori non dovranno fare nulla di più di quello che già oggi fanno: il motore di rendering è uguale a Safari. Un motivo in più per cui Chrome sarà utilizzabile da subito, contrariamente a IE8, per il quale i siti andranno adattati.

  2. Si, io però ancora non ho trovato un motivo valido per usarlo.. L’ ho installato… ma è ancora lì iconcina sul desktop predestinata alla polvere…

  3. Marco Tonini says:

    Da qualche parte ho letto qualcosa che se risultasse vera avrebbe dell’incredibile. Riguarderebbe il tipo di licenza che si sottoscrive solitamente quando si installa un Open Source, e che solitamente nessuno legge mai. Da quel che ho visto sembrerebbe abbastanza preoccupante. Non so se sia questione di interpretabilità, ma l’EULA di Chrome andrebbe forse modificato, perchè altrimenti, se non ricordo male, secondo quanto citato dal punto 11.1 al 11.4 tutto ciò che viene scritto da Chrome diverrebbe proprietà di Google.

  4. Mauro says:

    Ecco il contenuto incriminato. Non c’entra niente l’open source. In firefox non c’è. E’ una demenza per niente chiara inventata da Google.

    11. Content license from you

    11.1 You retain copyright and any other rights you already hold in Content which you submit, post or display on or through, the Services. By submitting, posting or displaying the content you give Google a perpetual, irrevocable, worldwide, royalty-free, and non-exclusive license to reproduce, adapt, modify, translate, publish, publicly perform, publicly display and distribute any Content which you submit, post or display on or through, the Services. This license is for the sole purpose of enabling Google to display, distribute and promote the Services and may be revoked for certain Services as defined in the Additional Terms of those Services.

    11.2 You agree that this license includes a right for Google to make such Content available to other companies, organizations or individuals with whom Google has relationships for the provision of syndicated services, and to use such Content in connection with the provision of those services.

    11.3 You understand that Google, in performing the required technical steps to provide the Services to our users, may (a) transmit or distribute your Content over various public networks and in various media; and (b) make such changes to your Content as are necessary to conform and adapt that Content to the technical requirements of connecting networks, devices, services or media. You agree that this license shall permit Google to take these actions.

    11.4 You confirm and warrant to Google that you have all the rights, power and authority necessary to grant the above license.

    La versione italiana dice

    11. Licenza sui Contenuti concessa dall’utente

    11.1 L’utente è proprietario del copyright e di qualsiasi altro diritto già posseduto sui Contenuti inviati, pubblicati o visualizzati su o tramite i Servizi. Inviando, pubblicando o visualizzando i Contenuti, l’utente concede a Google una licenza perenne, irrevocabile, internazionale, non soggetta a diritti d’autore e non esclusiva per riprodurre, adattare, modificare, tradurre, pubblicare, eseguire in pubblico, visualizzare pubblicamente e distribuire qualsiasi Contenuto inviato, pubblicato o visualizzato su o tramite i Servizi. Detta licenza ha il solo scopo di autorizzare Google a visualizzare, distribuire e promuovere i Servizi e può essere revocata per alcuni Servizi, come definito nei Termini aggiuntivi dei Servizi in oggetto.

    11.2 L’utente conviene che detta licenza includa un diritto per Google di rendere tali Contenuti disponibili per altre aziende, organizzazioni o altri soggetti con cui Google abbia rapporti per la fornitura di servizi diffusi e di utilizzare tali Contenuti in relazione alla fornitura di tali servizi.

    11.3 L’utente riconosce che Google, nell’esecuzione delle operazioni tecniche necessarie per fornire i Servizi ai propri utenti, può (a) trasmettere o distribuire i Contenuti dell’utente su varie reti pubbliche e con vari mezzi e (b) apportare ai Contenuti dell’utente le modifiche necessarie per renderli conformi ai requisiti tecnici delle reti, dei dispositivi, dei servizi o dei mezzi di connessione. L’utente accetta che tale licenza dovrà autorizzare Google a intraprendere tali azioni.

    11.4 L’utente conferma e garantisce a Google di disporre di tutti i diritti, del potere e dell’autorità necessari per concedere la suddetta licenza.

  5. Mauro says:

    Update.
    Vedi il post del 5/9

  6. Corrado Fiore says:

    @Paolo: la risposta più esauriente alla domanda (assolutamente sensata) che poni mi pare sia questa: http://www.macworld.it/showPage.php?template=approfondimento&id=385

Welcome , today is Thursday, 25 February 2021