Mondi Sonori 2009

Categories: Contemporanea
Tags: ,
Comments: No Comments
Published on: 16 May 2009

logoMondi Sonori, festival di musiche del ‘900 e contemporanee, organizzato dal Conservatorio di Trento, giunge alla 12ª edizione, ed è un’esplosione di iniziative. La stessa struttura del festival si amplia e articola, trovando un ulteriore spazio di intervento: sono i concerti, poi conferenze, laboratori, seminari, e ora anche i concerti che si integrano in altri contesti di produzione musicale, in Trentino e oltre, in questo caso, quindi, il tessuto di collaborazioni, che il Conservatorio e il festival riescono ad attivare, sempre in vista di progetti di grande significato.

Nella parte dei concerti si segnalano i ritratti d’autore. Si parte il 6 maggio alla Sala Grande del Castello del Buonconsiglio a Trento: un ritratto per il flautista e compositore Gary Schocker, presente lo stesso artista, che sarà impegnato al flauto e anche al pianoforte. Il 7 maggio ritratto per un clarinettista-compositore, e anche direttore d’orchestra, di fama internazionale, Giuseppe Garbarino. Un’altra monografia è dedicata a Borislav Martinu, autore ceco, di cui ricorre il cinquantesimo anniversario dalla morte.

Altre monografie, nel segno della ricerca che si sviluppa in approfondimento delle possibilità sonore sugli strumenti, si riferiscono a percorsi per il flauto, il pianoforte, il violoncello. Al flauto è dedicato il concerto Esplorazioni del gesto, flauto. Il 19 maggio, l’esplorazione riguarda il pianoforte: da radici di ricerca che sono nell’Ottocento, verso gli scavi di scrittura e di produzione sonora, di Stravinskij, Berio, Ligeti, per il concerto Esplorazioni del gesto, pianoforte. Si cambia luogo, all’Aula Magna del Rosmini, per il concerto del 28 maggio, Esplorazioni del gesto, violoncello.

Alcune altre importanti produzioni, che si segnalano per il grande impegno artistico e di impulso alla ricerca che le sorregge. Si dice innanzitutto di Der Dämon, danza-pantomima in due quadri, con musica di Paul Hindemith, su una traccia narrativa di Max Krell. Il concerto si tiene nella forma, non consueta per l’opera, della rappresentazione coreografica.

Un’altra linea di impegno riguarda la realizzazione di progetti a declinazione didattica e di animazione per il suono e la musica, rivolti al coinvolgimento di bambini e ragazzi. Futurismo calor bianco, il titolo del concerto realizzato in collaborazione con Istituto Comprensivo Trento 5, dedicato all’esplorazione di un luogo cruciale del futurismo, l’esplorazione della faccia sonora delle parole, nell’esplosione del senso, a vantaggio degli aspetti di sperimentazione sonora o, se si pensi al lato della scrittura verbale, degli aspetti visivo-grafici della parola nello spazio.

I piccoli sono protagonisti nei concerti Novecento per l’infanzia I, aperto in prospettiva larga a opere di autori del ‘900 e contemporanee, ispirate e mirate alla lettura musicale dei piccoli e Novecento per l’infanzia II, dedicato a opere di Prokof’ev e Martinu per piccoli interpreti. Come anche in uno spettacolo, realizzato in collaborazione con Istituto Comprensivo Trento 5, dove recitano e suonano, La bambola abbandonata, con l’Orchestra Mikrokosmos del Conservatorio, diretta da J. Lombana.

Un’altra linea tematica è dedicata alle “ultime generazioni”, rappresentazione di opere nuove, che si prospettano, in casi, come prime assolute. Ultime generazioni I si tiene 15 maggio, con musiche per trombe, dal solo sino a vasti insiemi, protagonisti Ivano Ascari e la Scuola di tromba del Conservatorio di Trento. Ultime generazioni II, il 12 giugno, interpreti Pedron, Colazzo, un ensemble composto da due quartetti d’archi, e altri interpreti, studenti, per le composizioni di Pescheck, Colazzo Hurtado, Alessandrini, Testoni, Lutterotti, Abbrescia, Schweizer.

Di grande rilievo il concerto New Eve, tutto incentrato sul femminile in musica. Le opere presentate sono di sole compositrici, da varie generazioni, e sono interpretate da musicisti di genere femminile soltanto.
Chiude il festival Underground advanced rock, della Rock Band Frank Zappa del Conservatorio di musica Bonporti di Trento, guidata da Francesco Bertoldi, composta di studenti e docenti del Bonporti, impegnata sui repertori di Zappa e altri autori: il 21 giugno, in Piazza Dante, per le Feste Vigiliane.

Scarica il programma completo.

Leave a Reply

Welcome , today is Tuesday, 16 July 2024