Jliat

Categories: Confine
Tags: ,
Comments: 2 Comments
Published on: 28 September 2009
site site

La home page del sito del rumorista inglese Jliat (James Whitehead) è quanto di più pazzesco io abbia mai visto, tuttavia chi riesce a superare lo sbarramento iniziale ci trova dentro ottime cose, come una serie di drones liberamente scaricabili, esempi:

I suoi lavori si collocano sempre agli estremi: nella più assoluta cacofonia o nella quiete più totale. In ogni caso vivono in una immobilità irraggiungibile.

Gli esempi sonori di cui sopra erano tranquilli. Se volete qualcosa di un po’ più noising, andate qui.

2 Comments
  1. ermes says:

    fantastico!!!!

    certi pezzi mi ricordano, su altro versante, qualcosa di Ben Thigpen

    http://www.myspace.com/bnthigpen

    specie il suo pezzo “Incandescence”

    ciao
    ermes

  2. Simone says:

    sito fantastico: “memento mori” unico nel suo genere e quanto mai condivisibile nell’oceano mare internet

    brani eccezionali

    sono sconvolto
    GRAZIE!
    Simone

Welcome , today is Saturday, 26 September 2020