Disordini a Teatro

Categories: Danza, Musica
Tags:
Comments: 3 Comments
Published on: 17 October 2006

Disordini a teatro ce ne sono stati tanti, ma probabilmente nessuno ha avuto la valenza culturale di quelli scatenatisi durante la prima della Sagra della Primavera di Stravinsky, con le coreografie di Nijinsky e i Balletti Russi di Diaghilev, il 29 maggio 1913 al Théatre des Champs-Elysées a Parigi.
Tutto era nuovo. I costumi. così lontani da quelli del balletto classico, furono giudicati oltraggiosi. Le coreografie, per quei tempi sembravano innaturali e disordinate perché erano asimmetriche ed era una delle prime volte che accadeva. E infine la musica, spesso aspra, dissonante e in ogni caso difficile da seguire. Il tutto provocò un pandemonio tale che, in certi momenti, i musicisti quasi non si sentivano l’un l’altro.
Ho spesso desiderato di assistere a quella prima, a un momento in cui la musica e la danza, insieme, hanno voltato pagina e adesso, cercando i nomi di compositori su YouTube, trovo questi 4 filmati che, visti in serie, raccontano proprio quell’evento.
Ovviamente non è un film originale. Si tratta di una drammatizzazione ricostruita e trasmessa dalla BBC con il titolo di “Riot at the Rite“. Conoscendo la BBC, la ricostruzione dovrebbe essere piuttosto accurata. Il corpo di ballo è il Finnish National Ballet (prima ballerina Zinaida Yanowsky). Le coreografie originali sono state ricreate da Millicent Hodson. I costumi sono riprodotti accuratamente basandosi su disegni dell’epoca che ho visto anch’io e da quanto ricordo, confermo.
Perfino la gente che all’inizio si fa aria furiosamente è coerente con il fatto che a Parigi, in quei giorni, c’erano più di 30° (capite perché in un vecchio post ho detto che, con una TV così, il canone lo pagherei volentieri).
Ovviamente gli schiamazzi del pubblico e i dialoghi sono in inglese e non sappiamo quanto siano precisi, comunque sono verosimili (spazzatura! tornatene in Russia!). A un certo punto uno dice “Ecco, così danzavano i primitivi!”. E un altro gli risponde “E tu come fai a saperlo!?”
Ma alla fine molta gente applaude. Come artista, ci vuole una grande forza per sopravvivere a una simile esperienza.
Il programma è stato trasmesso in Marzo. Spero che la BBC ne faccia un DVD. I video di YouTube, infatti, sono di bassa qualità. Quello qui sotto è il primo. Gli altri sono: 2, 3, 4.

3 Comments
  1. federico says:

    Ho visto un filmato originale della Sagra con i Balletti Russi e la coreografia di Nijinsky al MART di Rovereto, quest’anno credo. La danza era veramente molto particolare e innovativa, come i costumi e tutto il resto d’altra parte, la carica espressiva della musica e della danza era impressionante.
    Non dubito che la prima (ma anche la seconda e la terza) possa essere stata un bel colpo allo stomaco per un pubblico non preparato (e come poteva esserlo?).
    Purtroppo il filmato non documentava le reazioni del pubblico.

  2. Joyello says:

    Stupendo.
    Speriamo davvero in un DVD. Avrebbe mercato, immagino.

    per federico: il filmato al MART era nella mostra “Le danze dell’avanguardia”, che ha chiuso prima dell’estate.
    C’entra (quasi) niente ma mi ha fatto venire in mente che subito dopo, al posto di quella mostra (ma ormai ha chiuso anche quella), al MART c’era quella su Luigi Russolo con riproduzioni (suonabili!) dei leggendari intonarumori.

  3. Lemi says:

    Veramente affascinante “vedere” il momento in cui la storia volta pagina…
    Son rimasto basito.
    Penso non siano cose che accadono spesso.

Welcome , today is Friday, 30 October 2020