AllOfMP3 è legale?

Categories: Mercato, Musica, Russia
Comments: Comments Off on AllOfMP3 è legale?
Published on: 26 May 2006

Disclaimer
Non sono un avvocato. Sono solo un informatico, musicista con una laurea incidentale in Scienze Politiche. Di conseguenza, ogni mia affermazione di carattere legale è una pura e semplice opinione. Non basatevi su di esse per giustificare le vostre azioni.

Di AllOfMP3 e simili abbiamo parlato recentemente sottolineando il problema della loro legalità.
Sebbene ne parlino in tanti, sono pochi quelli che ne fanno una analisi approfondita in termini legali.
A mio avviso, il problema si può sintetizzare in due punti.

  • Si tratta, prima, di appurare se l’attività di AllOfMP3 e simili sia legale nel loro paese. Se la risposta è sì, ne consegue che chiunque può andare in Russia, comprare degli MP3 e ascoltarseli senza commettere alcun reato finché resta in Russia.
  • In secondo luogo, si tratta di capire se sia legale e eventualmente a che condizioni, importare i suddetti MP3 in Italia.

Generalmente, ci sono leggi che regolano sia l’acquisto che l’importazione dei beni e sono diverse nei vari paesi. Inoltre, in genere, si distingue fra l’uso personale e commerciale.
Per esempio, chiunque può andare in India, acquistare 1 Kg di derivati della cannabis e consumarli allegramente in loco senza incorrere in sanzioni. Se però tenta di importarli in Italia, commette un reato.
Se invece, sempre in India, acquista un po’ di vestiti per uso personale e li mette in valigia, può portarseli a casa senza problemi. Ma attenzione: se ne compra una tonnellata, non più per uso personale, ma per farne commercio, può lo stesso importarli, ma dovrà, presumibilmente, pagare una tassa.
Vedete la differenza? Un bene, il cui acquisto e consumo è legale in un certo paese può essere del tutto illegale in un altro, oppure del tutto legale o ancora legale a patto di pagare delle tasse di importazione.

Ho fatto un po’ di ricerche in internet e ho trovato una sola pagina in cui il problema della legalità di AllOfMP3 sia stato affrontato in questi termini e con rigore. È quella di FADMINE che ho già citato in un precedente post (la trovate qui in inglese). Naturalmente, essendo americani, hanno preso in considerazione l’importazione negli USA, ma il tutto è indicativo. In sintesi, loro il ragionamento è il seguente.

Legalità in Russia
Risolvere questo problema è molto semplice: basta scrivere alla ROMS (la SIAE russa), citata nel proclama di legalità che appare sul sito di AllOfMP3 per appurare se sia vero che il sito è in regola.
La ROMS risponde come segue:

I can confirm the legality of allofmp3.com You can legally buy/download mp3-songs from this site if it does not breaks the law the national legislation of the country in which you will be during that moment Sorry for my english.
Yours faithfully, the assistant to the lawyer of the Russian society on multimedia and to digital networks (ROMS) www.roms.ru,
Bahanets Roman Igorevich

Questo sembra confermare la regolarità del suddetto sito in Russia. FADMINE affronta poi il problema dell’importazione negli USA.

Importazione in USA
Quelli di FADMINE sono andati a consultare la legislazione americana sull’importazione senza trovare niente sugli MP3 (per quanto aggiornati siano gli americani, anche loro non stanno dietro all’innovazione tecnologica), ma hanno trovato una legge che riguarda l’importazione di registrazioni fonografiche (phonorecords).
In giurisprudenza, quando un caso non è regolato da una legge specifica, si procede per analogia, quindi è molto probabile che gli MP3 possano ricadere in questa categoria. In questo caso, la legge USA, citata da FADMINE come “TITLE 17 > CHAPTER 6 > Sec. 602”, afferma (trad. mia):

L’importazione, senza il consenso del detentore del copyright, di copie di registrazioni fonografiche di un lavoro acquistate fuori dagli USA costituisce una violazione del diritto esclusivo di distribuire copie di tale registrazione sancito nella sezione 106 perseguibile in base alla sezione 501.

Ma poi continua:

Tale articolo non si applica nei seguenti casi:

segue una serie di casi fra cui il num. 2 che consente la

importazione per uso privato di colui che importa e non per la distribuzione con un massimo di una copia per ogni lavoro in qualsiasi momento.

A questo punto, mi sembra che la situazione, perlomeno per gli USA, sia chiara. In base a quello che ne capisco, questo significa che l’acquisto di MP3 dai suddetti siti e la loro importazione negli USA è legale a patto che sia eseguita per il solo uso privato di chi acquista e l’acquisto deve essere limitato a un massimo di una copia per ciascun brano. In nessun caso, inoltre, si possono vendere, distribuire o trasmettere gli MP3 così acquistati.
Gli USA hanno una legislazione considerata restrittiva per quanto riguarda l’importazione, quindi penso che gli stessi criteri possano essere applicabili al nostro paese. Inoltre bisogna tener presente che, in un sistema democratico, è implicitamente consentito tutto ciò che non è vietato per legge, quindi, secondo me, anche le affermazioni della major secondo cui AllOf MP3 sarebbe illegale perché non esiste alcun accordo fra la ROMS e le analoghe organizzazioni occidentali, in assenza di una legge non dovrebbero avere alcun valore per l’acquirente privato (non commerciale). In altre parole, il fatto che il CISAC (SIAE internazionale) sia in rotta con la ROMS perché, a sentir loro, non paga i diritti, non mi sembra un problema che possa riguardare un privato cittadino a meno che non esista una legge che vieta il commercio in assenza di accordi.
Ancora una volta vale la pena di notare che il problema è diventato tale solo a causa di internet. Qualsiasi musicista classico sia stato in Russia ha acquistato e importato dischi e partiture senza problemi perché si trattava di casi limitati.
Naturalmente le mie poche competenze non mi permettono di fare affermazioni definitive in merito. Mi auguro che qualcuno con le necessarie competenze affronti la questione per l’Italia, ma non posso fare a meno di pensare che, per il momento, non si vuole una parola conclusiva su questa ingarbugliata faccenda.

Welcome , today is Sunday, 7 March 2021