And then the rain

Comments: 8 Comments
Published on: 11 June 2007

Un’altra uscita del nostro duo.

Another track by our improvisation duo.

Federico Mosconi: electric guitar, various effect processing
Mauro Graziani: Max/MSP laptop

And then the rain
Ascolta in streaming – Streaming audio
Scarica (tasto destro) – Right-click to download

8 Comments
  1. Bello, ma preferisco “Il ghiaccio sottile…”

  2. Mauro says:

    sarebbe bello sapere perché
    così mi faccio un’idea…

  3. Probabilmente dipende dalle timbriche e dall’atmosfera per me glaciale che creano; anche questo mi piace, ma in modo meno convincente, mi suscita immagini meno drammatiche.
    E poi a dirla tutta, non è che li ho ascoltati chissà quante volte, quindi sono impressioni emotive acerbe.
    Ideale per me sarebbe ascoltarli in cuffia davanti al chiarore dello schermo lcd

  4. a proposito, un dato statistico: “And the rain” l’ho ascoltato questa mattina a scuola durante una discussione tra colleghi e ha attirato l’attenzione dopo i primi 20 sec.

  5. Mauro says:

    … 🙂
    significa che dopo 20 sec. hanno detto “spegni questa roba” o che si sono messi ad ascoltare? 🙂

  6. no,no, nella confusione acustica generale la sobrietà timbrica ha avuto il sopravvento. Mi sembra un dato significativo, anche se non è certo una novità, il fatto che sia sufficiente esulare da uno schema comportamentale in modo opposto per attirare l’attenzione. Comunque hanno poi apprezzato.

  7. Morkye says:

    E’ proprio bello.
    Mi piace l’idea di un flusso che continua a evolvere, è ipnotico.

  8. Lemi says:

    Mai titolo fu più azzeccato!
    Mi inquieta ma mi affascina.
    Alla fine (se mi si passa la sinestesia) si sente l’arcobaleno, cavolo.

    Ah, altra cosa, so che è come dire che le maniglie del portone della basilica di santa sofia sono belle ma mi fa impazzire l’accordo iniziale.

Welcome , today is Friday, 23 October 2020