Canti degli uccelli d’Europa (e non)

Categorie: Audio
Commenti: 9 Commenti
Pubblicato il: 31 December 2007

Updated 20150604
dusky seaside sparrow

Come ultimo post del 2007, vi segnalo questi siti che contengono canti di uccelli europei e non, registrati sul campo.

I formati sono wav a 8 bit, SR 22050 e MP3.
I siti sono belli è contengono molto materiale, anche se, ad essere sincero, non capisco perché usare un formato come wav a 8 bit, SR 22050. Suppongo per risparmiare spazio, ma il fatto è che un mp3 a SR 44100 e 128 kbps è più piccolo e ha più banda.

Infine, tanto per fare qualche esempio, ecco qualche uccellaccio esotico: il canto della Sariama cristata, e quello, giustamente malinconico, del Passero marittimo (Ammodramus maritimus nigrescens, vedi figura) ormai estinto.

I siti sono:

Suoni e Canti degli uccelli d’Europa contiene anche i sonogrammi e una sezione dedicata agli uccelli rari

Al posto di quello sotto, che ora è dedicato all’osservazione ma non ospita più i canti, vi metto un altro sito molto ricco (segnalato da Simone B.):

xeno-canto

Fuglelyder (birdsongs and calls; norvegese, ma con nome scientifico in latino; praticamente gli stessi file, ma in mp3)

9 Commenti
  1. Federico says:

    se ti piacciono gli uccelli (no, non sono Mike…) vai su http://www.ebnitalia.it/ che tra l’altro è gestito da un nostro concittadino nonché mio medico di base
    ciao!

  2. Mauro says:

    Mi piacciono i suoni…

  3. Simone says:

    sono letteralmente ipnotizzato dal canto di questa creatura, quanta bellezza esiste attorno a noi, quanta cecità, o sordità, nel mondo? (scusa la divagazione e la personale esternazione).

    Intanto, quindi, grazie per avercelo fatto ascoltare; in secundis: senti questo, se ti fa piacere:

    http://www.college.emory.edu/culpeper/GOUZOULES/site/birds/muswren.html
    il canto dell’uccello Uirapurù.

    Forse melodicamente non è rilevante, ma la struttura del canto, dei suoni percettibili, è sicuramente qualcosa di miracoloso. Tutto sommato, visto lo spettro dei suoni, ritrovo in essi un punto di contatto con gran parte del contenuto musicale del tuo ammirevole blog.

    La leggenda narra che quando questo uccello canta, tutta la foresta, tutti gli altri uccelli ed animali, si fermano, smettono di cantare ed ascoltano. Forse è per questo che alcune popolazioni lo ritengono un uccello divino.

    Ultima nota: io ho una forte passione per l’ornitologia e ti posso assicurare, caso mai ti interessi, che il miglior lavoro di registrazione di canti degli uccelli europei è il seguente:
    Jean C. Roché, “Tous les oiseaux d’Europe” 4CD
    ed. Sittelle (cod. 01202)
    http://www.sittelle.com/
    non è per fare pubblicità gratuita, ma il lavoro merita la divulgazione.

    grazie ancora
    Simone

  4. Mauro says:

    grazie per le info e il file audio
    vista la tua passione ornitologica, conosci Messiaen?

  5. Simone says:

    conosco Messiaen ma purtroppo non così a fondo come meriterebbe. Vedrò di colmare la mia lacuna perché l’articolo ed il filmato che hai proposto sono molto interessanti. Conoscevo, per averlo ascoltato devo dire non completamente, il “Catalogue des Oiseaux” ma questo brano non lo conoscevo. Tra l’altro sono ammirato dal fatto

    Penso che Messiaen abbia tentato più di altri di riprodurre il canto degli uccelli così come essi sono, senza astrazioni o melodicizzazioni se posso dire così, e qui si sente direi benissimo: la struttura a coppie di frasi ripetute, mai uguale l’una all’altra e credo anche il registro utilizzato, ma soprattutto, direi, quasi la stessa intenzione del Bottaccio.
    Per la verità penso che il pianoforte non renda totalmente merito al suono flautato dei tordi in genere ma forse Messiaen non avrebbe potuto fare diversamente e onestamente non mi sento di opporre nulla più se non la mia semplice e rozza opinione (opinabile in quanto tale).

    Non penso ci siano stati altri autori che abbiano provato a riprodurre quasi neo-realisticamente il canto degli uccelli in musica, mi sbaglio?

    ciao!

  6. Simone says:

    errata corrige -> [...troncata la frase]
    “…sono ammirato dal fatto” doveva semplicemente introdurre, ma solo in modo un po’ differente, il discorso che poi sarebbe seguito.

    sorry

  7. marta says:

    ciao. i suoni sono davvero interessanti. però non riesco a scaricarli. come posso fare?

  8. vai sui siti indicati (clicca il link)
    poi clicca sul nome del volatile con il tasto DESTRO. apparirà un menu: scegli “salva come” (o save link as o qualcosa di simile, dipende dal software che usi)
    in questo modo lo scarichi invece di ascoltarlo

  9. Simone says:

    volevo segnalare qui una scoperta che ho appena fatto; si tratta penso del miglior sito riguardante il canto degli uccelli che abbia mai incontrato.

    http://www.xeno-canto.org/europe/all_species.php

    E’ un database ben organizzato, purtroppo i nomi degli animali sono quelli scientifici, ma questo aiuta sia per eliminare l’empasse delle differenze linguistiche dei visitatori, sia per rendere individuabili più chiaramente alcune specie che altrimenti non lo sarebbero se non con specificazioni a volte non così appetibili.

    Sperando interessi
    saluti!
    Simone B.

Lascia un Commento

Benvenuto , oggi è Monday, 25 September 2017