RIP Lol Coxhill

Comments: Comments Off
Published on: 16 July 2012

Qualche giorno fa, il 10, se ne è andato Lol Coxhill. Io ero impegnato in un corso estivo in un luogo ameno fuori dal mondo e anche dalla rete, per cui ne scrivo solo adesso.

Coxhill era un sassofonista che mi piaceva perché la sua musica non aveva confini. Sebbene fosse fondamentalmente un improvvisatore di stampo jazzistico, nella sua sterminata discografia ha attraversato vari stili passando e spesso mescolando free jazz, bebop, ma anche musica contemporanea “colta”, free music, elettronica (con Simon Emmerson), rock e punk, Canterbury scene, progressive e blues.

L’album Digswell Duets del 1978, accreditato a Coxhill, Simon Emmerson e Veryan Weston, è stato inserito dalla rivista britannica The Wire nella lista dei 100 album che hanno incendiato il mondo (quando nessuno li ascoltava) (qui l’intera lista).

Il suo sito ufficiale e qualche testimonianza (molte altre qui).

The Lol Coxhill Trio appearing live at The Playhouse in Derry as part of the City of Derry Jazz & Big Band Festival on April, 28 2011. Appearing with Lol are Alan Niblock on Bass and Steve Noble on Drums/Percussion.

With Kou Katsuyoshi (guitar), John Edwards (bass), Steve Noble (drums) at Cafe Oto London. 23 November 2009.

Turner (drum set), Coxhill (soprano sax) and Cooper (electronics) play at the Red Rose, London. 6th February 2007.

Max Eastley (self-made instrument – arc), Steve Beresford (electronics), Lol Coxhill (soprano sax) at Battersea Arts Centre week of free improvised music curated by Adam Bohman. 20th February 2010.

Lol Coxhill: Soprano Saxophone | Simon Emmerson: The Digswell Tapes System | Digswell Duets | Recorded Live @ Welwyn Garden City: Digswell House: 11 May, 1978

Welcome , today is Wednesday, 19 February 2020